lunedì 1 dicembre 2008

ad un amico


...ad un amico, casomai passasse da qui...


C
ontinuo a sperare di vederti felice e se questo è troppo, mi accontenterei di vederti sereno.

Poi ti incontro ed ogni volta, per afferrarti, devo sdraiarmi al suolo e immergere il braccio nel burrone, ogni volta sempre più giù, per tenerti per mano. Non va, tesoro, così non va.E non so cosa fare.
Ti regalo le parole di un cuore grande "Non posso starti vicino ogni momento del giorno, la forza devi trovarla in te......."
Questo è un abbraccio, un abbraccio che vorrei tu sentissi sempre, perché di tutte le certezze che si frantumano, gli amici con la "M" maiuscola, sono tra quelle più corazzate che esistono.
Rimani dentro te, a guardare il buio, a procedere a tentoni per un sole che è tramontato...so che vuol dire, lo so, per questo vorrei che imparassi a guardarti con occhi diversi, guardarti meglio, guardarti con gli occhi miei o guardare semplicemente la paura e darle un nome...una volta per tutte.
Io continuerò a sperare, continuerò ad essere un abbraccio, continuerò a ricordarti le cose belle che hai, la persona bella che sei, quante cose meravigliose hai saputo fare, continuerò a sperare che sia la Vita a stravolgerti, continuerò a sperare che l'unico buon motivo per cui non ti fai vedere ne sentire è perché ti sei innamorato..allora Si' perdonerò i tuoi silenzi !!!!!!!!
Io ci sono...... Dai, smollati !!!!!!!!!!

Terzo occhio, l'amica bastarda degli amici bastardi ......dentro !!

2 commenti:

  1. Silente. E anonimo. Un'unica volta anonimo, ma che sarà per sempre anonimo. Perchè sì, gli amici con la "M" maiuscola. Perchè sì, anche se non è facile guardarsi con altri occhi. Perchè sì, la paura ha un nome. Il più bello di tutti i nomi. Perchè sì, hai il motivo per perdonare il silenzio.

    Sei eccezionale. Scusa l'anonimato.

    RispondiElimina
  2. sorpresona !!!!!!!!!! Grazie !!!

    RispondiElimina