lunedì 15 aprile 2013

--- al ritorno ...

c'è una parte del bosco in cui ho scoperto la mia libertà :

fedele a me stessa
su confini non tracciati da me
ho danzato sui gesti al suono del vento
fino a credere che avesse un senso, più senso di me
e mi son persa inseguendo sospiri;
rincorrevo i miei pensieri tra lo sfrigolio di foglie
sorpresa dall'aria che muoveva d'improvviso
dall' irruenza che fa spalancare le porte ...

fedele a me stessa,
nascosta mai,
sì che io possa tornare ovunque sia stata
e procedere, librandomi sul sapor nuovo delle parole:

che è il coraggio ciò che amo,
quello che scopre l'anima
che scuote il mio rifugio,
e m'avventura ardita sopra la collina
sì che io veda quel che ho voluto
e poi mi rende tutto il tempo per pensare senza lasciare la mia mano
e io divengo ...

... e abbiamo riso delle nostre verità,
sorriso con la tenerezza che non ha paura,
scoperti tra le parole senza giudizio
e amati
in quello spazio che comprende Noi

ed io resto fedele, fedele a me stessa ...

4 commenti:

  1. ..e purtroppo molto spesso questo é una condanna,lieve,perché sarebbe assoluta quella di tradire se stessi.
    Giusto per citare l'ovvio..il lupo perde il pelo,ma non il vizio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vizio: che parola cupa, triste e senza speranza ...

      Elimina
  2. La libertà ha sempre la sua parte migliore
    Un abbraccio Silvia
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. libertà : che bella parola !!! E come dice mamma : " la mia finisce dove comincia la tua <3 !" !!! Un abbraccio, Maurizio ! :)

      Elimina