lunedì 30 novembre 2015

giornata " pesante "


... in qualche modo mi devo salvare ...
Ci provo sai, ci provo sempre a stare bene
mi viene facile
mi esalto per piccole cose
c'è sempre un ramo sul quale salto e vedo che tutto è meglio di quello che sento,
ma altre volte no ....
ci sono volte in cui deliberatamente mi faccio rifugio
ti prendo con me
e son già pronta ad acqua e fango
altre, in cui è peggio,
quando non son pronta e divento pertugio dove accatastano tutto lo sporco che si portano dentro
...
non mi dovrebbe toccare
non mi tocca
mi tocca, sì ...
....
eppure,
eppure dentro me si fa scuro e buio e male
dalla gola ai fianchi tutto si spegne ...
non riesco a pensare con questo rumore
il rumore delle  abitudini ...
... fuggirei ...
...
respiro
più piano
più lento
profondo
....
" forse so da chi ho appreso il melodramma, forse so perché rifuggo dalla rabbia, forse so perché sottolineo le cose buone, forse so perché mi imbarazzano i complimenti ... quel che non so ora è chi sia io davvero, quanto di me è Me, quanto è stato costruito, quanto è quello che ho dovuto costruire e mi porto addosso come una maschera pesante e sbilenca ...."
... non voglio Dovere ... forse non sono nemmeno capace di essere Figlia ....

2 commenti:

  1. E prenderti per i fianchi, muovendoli dolcemente in una musica che solo Io e Te siamo in grado di capire. Muovere l'incapacità di farlo da sole, perchè sole alla fine non siamo. E vederti ridere in preda a non saperti come liberare delle mie mani, nel doverle per forza respingere per essere ciò che il Mondo ti chiede e tutto quel piacere che provi ad averle di nuovo addosso. Dondolati, lasciati andare. Non c'è nulla di male. Perchè si ama ciò che si è, non ciò che vuoi far vedere alla gente. E tutti i fogli del tuo Mondo scritto, parole che hanno imbrattato il mio Cuore indelebilmente. E ricordo e penso e piango e scoppio a ridere. E muovo ancora le pentole nella cucina, questo le piacerà ... questo meno. E c'è la Nostra musica? La senti ora vero? Ora che sei tornata qui dove ti ho trovato. Perchè la Vita è concentrica si parte per tornare, ma si torna diversi. Si torna per non ripartire per la stessa direzione, perchè abbiamo imparato da queste Esperienze che ci hanno riportato di nuovo al Buio. Ora sdraiati sul mio Cuore. Senti? Batte ancora per te e sempre lo ha fatto. Si, così in Silenzio. Si, così per tutti questi Anni. Si così senza nulla a pretendere. Ma a volte ecco ... Urlo come stasera. Perchè qui, dove ci siamo conosciute ci ritroviamo. E sei ancora bagnata e tremi Amor mio. Vieni qui. Sono ancora capace di scaldarti ... Se tu lo vuoi.

    RispondiElimina