venerdì 6 febbraio 2009

l'attesa

"direttamente proporzionali"
"inversamente proporzionali"

...guardami 'che non ho mai taciuto il mio inferno e ho accolto i tuoi pensieri silenziosi
di carne nella carne intrisi

..guardami, che d'aria sono avvolta e sono
illudi la tua brama delle mie voglie
'si che l'orgoglio dell'altruismo muoia
come onda tra le morbidezze mie,
occhi sull'acqua , mare in me....
e mentre il corpo tuo s'arrende io rinasco e voglio ancora della tua carne esser presa

...guardami, io non dimentico che distratto d'altra vita ho lottato e resistito
ancor più forte, gettando via la mia
raccolta e avvolta dalle braccia d'angelo sono risorta
mentre inerte attendevi di tornare come non t'appartenesse...

ora guardami, guardami ancora..... d' anima nuda non so saziarmi mai.






9 commenti:

  1. zero commenti?! sono il primo!!!
    ciao e buon week-end!!!!

    RispondiElimina
  2. ....e mentre la tua anima spoglia di ogni sua remora affonda nel mio mare io vesto il tuo corpo.....

    RispondiElimina
  3. @ ciao indie !!! the first !!!! Buon week-end !!!

    @ NERO, sempre "presente" : è così.....!!!!!!!!
    ed è sempre un gran piacere !

    RispondiElimina
  4. Parole da bere!
    Parole da indossare!
    L'attesa svanisce...
    Grazie Silvia

    RispondiElimina
  5. Brava Silvia, testo eccellente..

    RispondiElimina
  6. si.. piove.ti leggo volentieri.ciao

    RispondiElimina
  7. si,guardami,scrutami dentro,
    capiscimi leggendo la mia anima...
    impadronisciti dei miei segreti,
    alimenta il mio cuore e vivi delle mie emozioni...
    Ciao Silvia,è un piacere leggerti

    RispondiElimina
  8. solo nuda hai senso per me...

    RispondiElimina
  9. d' anima nuda non so saziarmi mai.

    niente di più pulito...e non stancarti mai.
    Un abbraccio

    RispondiElimina