giovedì 11 novembre 2010

... dimmi di sì ...


... decisa ( e questa è solo Ragione ) a trattenere immobile e silenziosa
la mia brama di te,
dentro
nascosta
profonda ...


...perchè nessuno sfiorasse la Nostra intimità, perchè a nessuno sia permesso d'alleggerire questo sentimento ... ... stava nutrendosi di me ... io avida della mia stessa carne ...



mi sono sepolta in un mare di giaccio.


Gli occhi miei non mentono
né le mie mani
né le mie labbra ( e questo è il Cuore ) perché dentro di me,
TU,
sei me, al tuo fianco sorrido,
dentro di me sorrido,
aggrappato ai miei fianchi sorrido ...


... vorrei essere al centro del tuo mondo,
sentirmi riempita ed esser sostanza d' ogni tua fibra, d'ogni tuo respiro ...



... m'ero abituata a ricamminare al suolo,
mi stavo rassegnando a masticare terra nonostante mi fossi nutrita di aria,
ero determinata nel trattenere il mio mare in un semplice sospiro paziente ...
... desidero d'esserti nutrimento e assaporarti con perizia e intensa voluttà ...


... c'è un equilibrio in tutto questo ?
che non sia scisso tra dolore e piacere in modo così disgiunto ... ??


se puoi comprende il senso, TU MI HAI ....






3 commenti:

  1. ciao Cara Silvia,
    bello il tuo post.. stammi bene.

    RispondiElimina
  2. Sono, silenziosamente, in debito.

    RispondiElimina
  3. quanta poesia in questo post, ma quanto aspettare, ansimare, desiderare, VOLERE...
    No non c'é equilibrio tra amanti, solo esplorare l'ignoto che si annida nei corpi.

    eros né un dio,né un demone,né un umano...

    RispondiElimina